Problemi sulla spirale 

Negli orologi meccanici la spirale rappresenta il cuore del sistema ed è fissata ad una ruota chiamata bilanciere che ruotando in un verso e nell’altro regola l’avanzamento dell’orologio.

Parlando di orologi con scappamento ad ancora svizzera,  la spirale fissata e posizionata correttamente sul sistema bilanciere-ponte, consente al bilanciere stesso, se operante in condizioni ottimali ,  di compiere rotazioni (alternanze) con ampiezze elevate (anche attorno ai 300°) conferendo all’orologio stabilità di marcia e precisione.

 

Spirale e bilanciere
Spirale in perfette condizioni, con spire equidistanti tra loro

Il filmato che segue mostra in tre minuti il funzionamento alla base di un orologio ed è facile intuire come la spirale (balance spring) da non confondere con la Molla di carica anch’essa importante (Main spring), ricopra un ruolo regolatore veramente importante.

“Come funziona un orologio ad ancora svizzera”

Non è raro però che un orologio subisca urti e questi possono di conseguenza deformare la spirale; allo stesso modo quest’ultima potrebbe subire danni durante un intervento di revisione dell’orologio; essendo la spirale costituita da un filamento molto sottile e delicato – nella figura la spirale ha un diametro di circa 5 mm.- vengono così variate (spesso irreparabilmente) le sua caratteristiche di concentricità o di allineamento rispetto al piano (planarità) con conseguenti impatti negativi sul regolare movimento che  conseguentemente si ripercuote sul moto del bilanciere, sull’ampiezza delle sue alternanze e quindi sulla regolarità di marcia dell’orologio.

Riparazione orologi - Spirale e bilanciere1
Spire concentriche e abbastanza allineate rispetto al piano della spirale

Spesso conviene sostituire la spirale con un nuovo ricambio, ma se i danni non sono gravi oppure quando è difficile reperire un vecchio ricambio (ad es. su un vecchio motore fuori produzione)  si può tentare la riparazione.

Sotto due esempi di interventi di riparazione spirale su orologi di due amici: il primo intervento è più serio, effettuato su un orologio nel quale la spirale aveva subito un forte danno durante una riparazione che ne aveva compromesso sia la disposizione concentrica delle spire, che variato le altezze rispetto al piano ideale (difficoltà peggiore – vedi figura sotto).

Riparazione orologi-Spirale2
Spirale vista dall’alto
Riparazione orologi-Spirale1
Spirale smontata (vista laterale)
Riparazione orologi-Spirale-3
Dopo l’intervento

Altra riparazione più frequente è rappresentata da spire che si toccano

Riparazione orologi - spirale 5
Spirale con spire che si toccano

Riparazione orologi-pre intervento1Qui le spire si toccano e impediscono al bilanciere di compiere correttamente la sua corsa. Il contatto genera dei disturbi e il rumore viene captato dallo strumento elettronico (i puntini rappresentano appunto il rumore che scaturisce dal contatto tra le spire): sul display si legge anche una velocità dell’orologio molto alta poiché due spire a contatto nei fatti riducono anche la lunghezza della spirale; spirale più corta significa anche riduzione del periodo di oscillazione del bilanciere e quindi riduzione dei tempi per compiere ogni ciclo, ovvero maggiore velocità (guadagna +526 secondi/day);

Riparazione orologi-pre intervento

 

 

 

 

 

 

 

 

Accennavamo sopra come il contatto delle spire frena il bilanciere nel suo moto (in un verso e nell’altro), con conseguente riduzione del percorso e quindi dell’angolo di rotazione; questo angolo di rotazione si chiama tecnicamente “Amplitudine” e si misura in gradi.Notare come in una secon da immagine dello stesso orologio (fig. sotto …anche se non si legge bene), si intravede appunto una riduzione dell’angolo delle alternanze del bilanciere (Amplitudine con valore molto basso =147 gradi).

Sotto la spirale riparata e montata

 Le spire sono di nuovo equidistanti tra loro

 

Durante gli inRiparazione orologi-post intervento1terventi di riparazione si opera in prevalenza con pinzette a puntali molto sottili e con strumenti specifici per corregge l’andamento del profilo di curvatura del filamento della spirale, spesso con l’ausilio di un microscopio binoculare  dotato di zoom.

La spirale viene poi rimontata e regolata sul sistema bilanciere-ponte; il cronocomparatore in questo caso rileva un andamento di marcia lineare e abbastanza piatto con scarti di pochi secondi al giorno;  anche il moto del bilanciere migliora,  con un ampliamento dell’angolo di rotazione nei due sensi di marcia: infatti il valore di amplitudine adesso si attesta attorno ai 260° (253°….e per questo tipo di bilanciere è un valore accettabile) mentre prima si attestava attorno ai  147 gradi).

 

 

 

 

 

 

 

 

Riparazione spirale su cronografo Invicta Valjoux 22 Incastar

Un altro intervento di riparazione da mostrare riguarda questo bellissimo cronografo Invicta con motore Valjoux 22, impreziosito da una spirale con attacco Incastar; la spirale aveva seri problemi durante le marcia, con andamento incostante,  molti disturbi rilevati allo strumento e un anticipo di diverse centinaia di secondi al giorno.

Le ultime tre spire presentavano difetti in diversi  punti e avevano perso la concentricità fino a toccarsi, con conseguenze sul  moto del bilanciere.

Le frecce sopra evidenziano i punti causa dei problemi

Sopra si vedono le spire interessate sul bilanciere ancora montato.

Dopo l’intervento il confronto tra le spirali prima e dopo (rivisto anche l’arco d’attacco).

Dopo il rimontaggio l’orologio è tornato finalmente a segnare un’amplitudine con valori superiori ai 310° e a riacquistare un’ottima stabilità di marcia.